Archivi del mese: luglio 2009

È solo un libro… ma è il mio libro…

Tra qualche giorno, il 23 luglio per la precisione, “Quello che manca” sarà in libreria per i tipi della casa editrice “Zero91”. Non ho molte parole per raccontare quello che mi viene in mente perché i miei pensieri sono molto confusi. In certi momenti vorrei fare un mucchio di baccano e mi fa piacere che mi chiedano qualcosa, tipo… “come ti senti?”. In altri mi oriento verso il silenzio assoluto perché in fondo non sta succedendo niente di così importante. È solo un libro mi dico. Uno dei tanti che ogni giorno vengono riversati nel gorgo della distribuzione. Si. È solo un libro, ma è il mio e non posso proprio fare finta di niente.

Su questo blog ho raccontato molti dei passaggi che hanno portato un mucchio di parole dentro ad un hard disk a diventare un mucchio di pagine uscite da una tipografia rilegate in blocchetti da 200 e con una copertina vera, un numero ISBN vero, un prezzo e la possibilità di essere comprate. Come succede ad un libro vero. Su questo blog ho raccontato come un libro cercava di essere pubblicato, e ora che questo è successo credo che la cosa migliore da fare sia archiviarlo, sostituirlo, trasformarlo perché il viaggio che voleva raccontare in qualche modo è finito, o meglio si è trasformato. Ora non c’è da raccontare la storia di un libro in cerca di pubblicazione, ora al limite c’è da raccontare un’altra storia. La storia di un libro in cerca di lettori. La storia del mio libro.

3 commenti

Archiviato in Blog, Pubblicare

L’emozione più forte

 “Quello che c’era meno quello che c’è fa quello cha manca e quello che manca scava. Scava e brucia.”

Zero91 - Quello che manca

Zero91 - Quello che manca

L’emozione più forte l’ho avuta quando ho visto questa frase stampata sulla quarta di copertina, anzi del progetto di copertina. È una frase che in qualche modo ha sempre rimbalzato nella mia testa, e ma ricordo ancroa il momento in cui l’ho digitata per la prima volta sulla tastiera del mio computer. Ha resistito a tutte le revisioni ed ora a vederla così, scolpita in quel modo, mi sembra che abbia smesso di appartenermi. Ora sono io che forse le appartengo. Io che la leggo come potrebbe farlo qualcun altro. Qualcun altro che come me potrebbe sentire di appartenerle. Questa è l’emozione più forte che ho avuto quando mi hanno chiamato per dirmi che sul sito di zero91, c’era scritto che il libro usciva. Il 23 Luglio, come si dice, in tutte le librerie.

3 commenti

Archiviato in Diario, Pubblicare, Romanzi, Scrittura